Come scrivere un CV a prova di bomba

  • 22/09/21
  • 3 min di lettura
  • News
Come scrivere un Curriculum Vitae a prova di bomba

È la prima cosa che il datore di lavoro vede di noi, il biglietto da visita che in pochi secondi farà prendere la fatidica decisione: assunto o scartato.

Purtroppo però questo passo cruciale viene spesso sottovalutato. Perché? Forse perché non esiste un unico modo di scrivere il curriculum. O forse, semplicemente, perché quando si tratta di scrivere il proprio curriculum vitae, in molti non sanno nemmeno da dove cominciare.

Per fortuna c’è la guida di Jojolly per scrivere un curriculum vitae a prova di bomba! Continua a leggere, e il CV non avrà più segreti per te.

Prima di tutto, i dati personali: potrà sembrare banale, ma assicurati che siano completi, aggiornati e corretti.

La foto non è obbligatoria, ma nel caso assicurati di sceglierne una di buona qualità, possibilmente un primo piano, e soprattutto che sia appropriata: abbigliamento adeguato, look pulito e curato, in un contesto neutro.

Font e formattazione: non è il momento di essere creativi, assicurati di scegliere uno stile neutro e leggibile, evita i muri di testo e fai respirare il documento evidenziando e separando bene le diverse sezioni.

Metti in evidenza solo le esperienze lavorative significative per la posizione che stai cercando (personalizzalo per ogni singola candidatura!), partendo dalla più recente. Se ci sono dei periodi di inattività, motivali.

Nello scrivere il curriculum vitae, non dimenticarti poi di indicare correttamente la tua istruzione e formazione.

Utilizza uno stile formale ma non affettato, usa un linguaggio semplice e non essere tropo prolisso, ma nemmeno troppo telegrafico: dedica il giusto spazio ad ogni informazione.

Può essere utile scrivere nel curriculum vitae qualcosa sui tuoi hobby e attività extra-professionali, ma ricordati sempre che non stai scrivendo un diario personale: limitati all’essenziale selezionando solo le informazioni più interessanti e rilevanti.

Infine, importantissimo, attenzione agli errori grammaticali! Ricontrollare sempre una seconda e magari una terza volta.

Qual è la lunghezza ideale quando si tratta di scrivere il tuo curriculum vitae? L’ideale sarebbe riuscire a rimanere su una singola pagina, massimo due o tre.

Un ultimo consiglio, essere sempre onesti: le bugie hanno le gambe corte. Se stai cercando lavoro nella ristorazione, ecco alcuni tips per posizioni specifiche.

Come scrivere il curriculum vitae da chef

  1. Oltre all’eventuale diploma di Istituto Alberghiero, specifica anche corsi professionali e di aggiornamento.
  2. Nelle esperienze lavorative, specifica la categoria del ristorante e la dimensione della brigata di cucina, oltre al ruolo che hai ricoperto con le relative mansioni: preparazioni, creazione del menu, pulizia locali e macchinari, etc.
  3. Se hai ricoperto ruoli manageriali, aggiungi sempre questa informazione.

Come scrivere il curriculum vitae da cameriere

  1. Menziona le attività di cui ti sei occupato nella gestione dei clienti: servizio ai tavoli, accoglienza, conto, etc.
  2. Metti in evidenza le lingue straniere che conosci.
  3. Se ti candidi come caposala, descrivi le tue skill nella gestione di turni e personale.

Come scrivere il curriculum vitae da pasticcere

  1. Evidenzia le tecniche di pasticceria che conosci meglio.
  2. Menziona i tuoi punti forti: cioccolato, decorazione di torte, gelati.
  3. Se hai degli account social particolarmente attraenti per mostrare il tuo lavoro, segnalali.

Se cerchi personale per il tuo locale, oppure cerchi lavoro nella ristorazione, scarica subito l’app di Jojolly, disponibile per iOS e Android.


Scopri articoli simili

7 consigli per ottenere il lavoro dei tuoi sogni nella ristorazione

7 consigli per ottenere il lavoro dei tuoi sogni nella ristorazione

  • 23 gen 2023
  • 4 min
  • News

Se stai cercando di entrare nel mondo della ristorazione o di fare il salto di carriera per ottenere il lavoro dei tuoi sogni, continua a leggere!

Ristorazione sostenibile: pratiche responsabili senza sacrificare il gusto

Ristorazione sostenibile: adottare pratiche responsabili senza sacrificare il gusto

  • 02 gen 2023
  • 3 min
  • News

La ristorazione sostenibile è un tema sempre più importante in un mondo in cui le risorse sono limitate e l'impatto ambientale dell'industria alimentare è in continuo aumento.

Ragazza con guanti da lavapiatti che si mette scherzosamente una padella in testa come cappello

Chi è e cosa fa il lavapiatti

  • 19 dic 2022
  • 3 min
  • News

Il lavapiatti (plongeur) è una figura molto importante nel settore della ristorazione. Il lavapiatti lavora in cucina, in genere da solo, ma può anche collaborare con altro personale, come chef e cuochi.