La ricetta del mojito perfetto

-6135e5304e7cc.jpg - JoJolly

L’estate è ormai esplosa, l’asticella del termometro ha superato abbondantemente i 30 gradi, e finalmente le regole ci consentono di tornare a bere un buon bicchiere in compagnia nel nostro cocktail bar preferito. 

E il re della bella stagione, inutile negarlo, è lui: il mojito. Si trova davvero ovunque, in una miriade di interpretazioni diverse, ma qual è la ricetta del mojito perfetto?

Come tutte le preparazioni classiche, la ricetta originale è una specie di oggetto sacro, un intoccabile Santo Graal. Ma il bello delle regole sono le eccezioni, e così sono in tanti a dare libero sfogo alla creatività. 

Molto spesso il dibattito si fa più caldo di quest’estate rovente, ma non è forse parte del piacere di ritrovarsi insieme a sorseggiare un buon cocktail?

La ricetta originale del mojito, di origine cubana, prevede un mix di ingredienti tipici dell’isola caraibica: rum bianco, zucchero di canna, succo di lime, soda e menta. 

La genesi del nome è avvolta nel mistero, anche se pare si debba al famigerato pirata Sir Francis Drake, detto El Draque. 

La paternità della sua versione moderna è attribuita ai barman della leggendaria Bodeguita del Medio dell’Avana, dove Ernest Hemingway in persona era solito consumarlo. 

Il segreto della ricetta del mojito, oltre che negli ingredienti, sta nelle proporzioni: una versione ottimale ed equilibrata dovrebbe prevedere tra i 40 e i 50 ml di rum bianco, 2-3 cucchiaini di zucchero di canna, il succo di un lime fresco (circa 20 ml), 6-8 foglie di menta fresca e circa 30-40 ml di soda (acqua frizzante o seltz). 

Un ruolo fondamentale lo svolge il ghiaccio: purtroppo oggi è comune vedersi servire il mojito nei bicchieri di plastica con i cubetti interi, ma l’ideale è usare ghiaccio tritato. 

Il tutto preparato rigorosamente nel tumbler alto e servito con cannuccia corta.

L’incredibile equilibrio tra freschezza, dolcezza e sentori balsamici rende il mojito un cocktail davvero versatile, adatto ad essere consumato in ogni momento della giornata.

Due segreti per ottenere la migliore ricetta del mojito? Evitare di pestare la menta, che risulterebbe troppo amara, e prediligere rum cubani semplici, leggeri e fruttati.

Se cerchi personale per il tuo bar, oppure sei un barman impaziente di servire il suo strepitoso mojito, scarica subito l’app di Jojolly, disponibile per iOS e Android.

Comincia subito!
Scegli la tua piattaforma.

Scarica l'app

Ultimi Post

Davvero nessuno vuole più trovare lavoro nella ristorazione? - JoJolly
Davvero nessuno vuole più trovare lavoro nella ristorazione?

È la narrazione del momento: nessuno vuole più trovare lavoro nella ristorazione. Mancano 150.000 camerieri, ma anche cuochi, baristi, lavapiatti e addetti alle pulizie.

Leggi
Come migliorare la comunicazione con il tuo team - JoJolly
Come migliorare la comunicazione con il tuo team

La comunicazione all'interno di un team di lavoro è fondamentale: come far collaborare un team efficacemente per sostenersi a vicenda, riparare ai propri errori e imparare da essi.

Leggi
Sicurezza sul lavoro: la tua vita vale più di un guadagno extra - JoJolly
Sicurezza sul lavoro: la tua vita vale più di un guadagno extra

La sicurezza del lavoratore viene prima di tutto, ed è la condizione imprescindibile di qualsiasi prestazione occasionale della nostra piattaforma.

Leggi